Blog: http://enzocumpostu.ilcannocchiale.it

IMMIGRATION AND BOAT PEOPLE: WE FIND A GOOD SOLUTION, BE CAUSE WE - THEY NEED (ABSOLUTELY) OF A GOOD SOLUTION

WE FIND A GOOD SOLUTION...
 
 With the arrival of spring and better weather conditions and the prevalence of high pressure in the Mediterranean, the extraordinarily excessive flows of immigrants fleeing from Africa and the Middle East, from the lands torn apart by civil war and genocide barbarians going up arriving persecution for Christians such as Nigeria, Kenya and other countries of the African continent and that pour in Italy, for the happiness and joy of the professionals of suffering and of the proponents of the humanitarian business can be avoided.
 
Just as Israel was the promised land for Jews on several occasions, in several waves over time and up to the fateful 1948 with the declaration of the State of Israel, I think it is possible, indeed extremely priority, seek solutions to the geopolitical and geostrategic same time relative to the identification of areas in Africa and the border between the Middle East and Asia and Europe which can accommodate the millions of immigrants that are estimated to have the potential to invade mainly Europe and mainly - coincidentally - our nation, Italy.
 
it is in this direction that the United Nations should guide their work of international policy aimed at protecting these people without a goal.
 
Why not try?
 
I apologize for my post written by me in English translated with Google Translate.
 
 
Con l'arrivo della primavera e il miglioramento delle condizioni meteorologiche e la prevalenza di alte pressioni nel Mediterraneo, i flussi straordinariamente eccessivi di immigrati in fuga dall'Africa e dal Medio Oriente, dalle terre dilaniate da guerre civili e genocidi barbari in corso, fino ad arrivare alle persecuzioni per i cristiani come per esempio in Nigeria, in Kenia e in altre nazioni del continente africano e che si riversano in Italia, per la felicità e la gioia dei professionisti della sofferenza e dei fautori del business umanitario può essere evitato.
 
Così come Israele è stata la terra promessa per gli ebrei a più riprese, a più ondate nel corso del tempo e fino ad arrivare al fatidico 1948 con la dichiarazione dello Stato di Israele ritengo sia possibile, anzi estremamente prioritario, ricercare delle soluzioni geopolitiche e allo stesso tempo geostrategiche relativamente alla individuazione di aree nel continente africano e al confine tra il Medio Oriente e l'Asia e l'Europa le quali possano accogliere i milioni di cittadini immigrati che si stima possano potenzialmente invadere prevalentemente l'Europa e principalmente - guarda caso - la nostra nazione, l'Italia.
 
E' in questa direzione che le Nazioni Unite dovrebbero orientare la loro opera di politica internazionale volta a tutelare queste genti senza una meta.
 
Perché non provare?
 
Chiedo scusa per il mio post scritto in inglese da me tradotto con Google Translate

Pubblicato il 15/4/2015 alle 13.23 nella rubrica Security & Intelligence .

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web