Blog: http://enzocumpostu.ilcannocchiale.it

SARDINIA MARE NOSTRUM: TRA BELLEZZA E DRAMMATICHE INSIDIE

Tra il prevedibile e l'imprevedibile, ciò che angoscia e suscita terrore nella opinione pubblica è una notizia come quella della bimba morta dopo un tuffo dalla barca ieri e dilaniata, orrendamente, dall'elica dei motori.
A nulla sarebbero valsi i migliori soccorritori qualificati del mondo ieri: il piccolo angelo si è vista maciullata nel corpo compromettendo irrimediabilmente gli organi vitali.
Esiste il prevedibile. E l'imprevisto.
Non me la sento di far prediche.
Ne' tantomeno lavate di capo.
Però permettetemi di essere incazzato...

I BAMBINI, GLI ADULTI, LE INSIDIE ESTIVE IN SPIAGGIA E NON SOLO

Vademecum per prevenire guai di piccola, media, irreversibile gravità. 

SPIAGGIA E PINETE
Attenzione nel camminare a piedi nudi per pezzi di vetro o lamisra tagliente talvolta celati e invisibili sotto gli aghi dei pini e sotto la sabbia. Chiodi, pietre accuminate.

Altro pericolo che non va assolutamente sottovalutato:
Punture di insetti quali vespe, api, calabroni, zanzare (febbre del Nilo) e la famigerata malmignatta ragno velenoso e in alcuni soggetto risultato letale.

Sul bagnasciuga: idem massima attenzione per lamiere taglienti o schegge di vetro ma il rischio maggiore è rappresentato da eventuali punture di spine dorsali di pesci da fondale sabbioso esempio la traccina.

State molto guardinghi relativamente alle imbarcazioni da diporto qualora dovessero navigare con motori fuoribordo o entrofuoribordo a elica al di qua dei limiti massimi secondo la normativa prevista dal Codice della Navigazione e dalle Ordinanze delle Capitanerie di Porto;

Inoltre: tavole a vela e kite surf; acquascooters;
Pescatori subacquei della domenica con fucili subacquei elastici o a molla;

Evitate eccessive esposizioni al sole nelle fasce orarie nelle quali v'è maggior presenza di raggi UV;
Utilizzate e fate utilizzare indumenti possibilmente di cotone chiaro (meglio bianco) e un cappello con falde larghe, meglio se traspirante tipo paglietta.

Vanno bene anche i baseball caps sempre chiari;


ALIMENTAZIONE E IDRATAZIONE

In primis stampate nel vostro cervello la regoletta elementare di attendere nin meno di tre ore dal momento in cui ha avuto termine il vostro pasto (Es.: pranzo) a quando rientrerete in acqua.
Massima attenzione adulti e bambini.
Evitate nella maniera più assoluta di mangiare cibi freddissimi o frutta ghiacciaita nonché bere bibite ghiacciate e gassate e poi fare il bagno: congestione e blocco della digestione e con tutte le drammatiche cinseguenze pressoché certa.

Altri guai possibili possono insorgere, secondo le statistiche degli interventi praticati da equipaggi del Servizio Sanitario Nazionale 118, Croce Rossa Italiana e altre Associazioni di Pubblica Assistenza per ostruzioni delle vie aeree del bolo alimentare, per incidenti "domestici" anche nei camping o pinete dovuti a ustioni durante la cottura dei pasti etc.

DIVERTIRSI SI MA CON GLI OCCHI SEMPRE APERTI: PER SE, PER GLI ALTRI, SOPRATUTTO PER I BAMBINI. 

RESPONSABILMENTE

Pubblicato il 10/7/2015 alle 13.3 nella rubrica 118, Croce Rossa e dintorni....

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web