Blog: http://enzocumpostu.ilcannocchiale.it

QUANDO ABITARE E' SINONIMO DI ESSERE E NON SOLO: BREVE RECENSIONE DEL LIBRO "SOLUZIONI ABITATIVE PSICOLOGIA DELL'ABITARE" DI CARLA SELVESTREL

Recensire un opera letteraria partorita dalla mente fine ed estremamente intelligente di un' amica equivale a saperla valutare attentamente, darne un giudizio il più possibile corrispondente al vero e condivisibile da chi legge.

A mio avviso risulta essere sia un'ottima lettura per gli appassionati di psicologia in genere ma anche di chi ha la passione per tutto quanto riguardi la casa.

L'autrice è la psicologa e Ufficiale della Riserva Selezionata dell'Esercito Italiano Cap. Carla Selvestrel, impegnata anche professionalmente nel settore immobiliaristi, il titolo del libro è:
"Soluzioni abitative psicologia dell'abitare", Edizioni Libreria Progetto Padova.

Nel libro Carla Selvestrel esordisce con i significati dell'abitare partendo cronologicamente dall'antico concetto che si poteva avere in era primitiva e via via la trasformazione da luogo di riparo ed aggregazione comunitario a quello ben definito e delimitato di casa.   

E poi la funzione dello psicologo dell'abitare che collabora a contatto stretto sia con i progettisti per qualcosa di nuovo da realizzare sia con gli immobiliaristi e gli stessi proprietari.

La casa, l'ambiente che essa delimita, i colori, gli stili utilizzati: tutti aspetti sapientemente analizzati e che ci consentono di capire quanto essi possano influire - per esempio - sull'umore dei suoi abitanti.

Il libro risulta essere un valido strumento per diverse categorie professionali che a titolo diverso interagiscono o potrebbero interagire prendendo in considerazione l'acquirente e il venditore, così come il progettista.

Esaustivo e semplice anche per chi si affaccia alla psicologia dell'abitare la prima volta.

 

Pubblicato il 28/3/2018 alle 14.17 nella rubrica Di tutto un pò.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web